Cerca nel blog

domenica 20 novembre 2011

E voi la conoscete?!?

http://www.kanshin.com/keyword/3032226
Rileggendo il mio precendente post a proposito dei kaiten zushi mi sono resa conto di aver dimenticato un piatto fondamentale che si puo' ordinare insieme al nostro sushi, e che viene offerto normalmente se si decide di passare una notte alle terme in Giappone.
Il suo nome e' "Chawan mushi" (茶碗蒸し).
Ora vediamo di cosa si tratta: Chawan Mushi significa praticamente “ciotola al vapore”, dove Chawan sta per una piccola ciotola, tazzina o coppetta e Mushi indica per l’appunto l’atto di cuocere al vapore. Il Chawan Mushi in particolare, è un piatto che si apprezza particolarmente in inverno. Si consuma infatti ancora molto caldo e il tepore del recipiente, che non ha manici o altro e dovrebbe avere anche un coperchio, è una delle sue caratteristiche principali. Caratteristica invece della ricetta, che la rende davvero particolare, è la sua consistenza simile se non identica ad un budino. Fino all’ultimo momento, prima di assaggiarlo, potreste tranquillamente pensare di avere davanti un dolce! 

Per quanto mi riguarda, la trovo molto piacevole, e penso che sia un ottimo diversivo in un pranzo composto esclusivamente da pesce servito a bassa temperatura. E voi che cosa ne pensate?
La sua preparazione e' molto facile, se qualcuno vuole provare a prepararla in casa potete usare questa ricetta (da 
http://welovetokyo.forumcommunity.net/?t=15431202 ):

INGREDIENTI per 2 - 3 persone
- 2 uova
- 30cc di acqua
- un cucchiaino di sale
- un cucchiaino di shoyu (salsa di soya)
- un cucchiaino di mirin (sakè dolce giapponese da cucina)
- un cucchiaino di sake per cucinare

PREPARAZIONE
Per la preparazione avrete bisogno di due ciotole o scodelline e delle tazzine larghe resistenti al calore dove poi si consumerà il chawan mushi.
1) In una ciotola, versare 30cc di acqua, un cucchiaino di sale, uno di shoyu, uno di sake da cucina e uno di mirin. Mischiare bene facendo attenzione a sciogliere il sale.
2) In un’altra ciotola mettere due uova intere, albume e tuorlo, mischiare bene come per la preparazione di una omelette.
3) Mischiare in un’ unica ciotola il contenuto di entrambe e girare e mischiare.
4) Con un colino (o al limite con uno scolapasta dai buchi piccolissimi, un setaccio o altro), filtrare il tutto in una ciotola. Se avrete mischiato bene precedentemente, rimarrà solo un piccolo deposito nel colino, che va scartato.
5) Versare il tutto in due o tre tazzine adatte, riempiendone comunque circa ¾ e non di più.

Variante (facoltativo) ---> A questo punto della ricetta è possibile, prima di versare il composto nelle tazze, mettere sul fondo delle tazzine un pezzetto, un bocconcino, di pollo (bagnato con sake da cucina e con un pizzico di sale e poi lessato), oppure un gamberetto o dei funghi shitake, comunque lessati e tagliati in pezzettini.

6) Versando il contenuto nelle tazzine, si formeranno vicino alle pareti piccole bollicine d’aria. Dovrete toglierle aiutandovi con un accendigas a fiamma: inserendo l’accendigas nella tazzina, senza indugiare con la fiamma accesa ma accendendola e spegnendola a ripetizione in corrispondenza delle bollicine per farle scoppiare. E’ importante non rimanere con la fiamma accesa all’interno della tazzina.
image

7) La cottura del chawan mushi è al vapore. E’ necessario quindi procurarsi un supporto per la cottura dei cibi al vapore, adattabile e in vendita nei negozi di casalinghi, da inserire in una pentola.
image

8) Riempiendo d’acqua la pentola senza superare il livello di questo supporto, far bollire l’acqua.
9) Quando l’acqua bolle, mettere sul supporto all’interno della pentola le tazzine con il composto.
Mettere il coperchio alla pentola. Questa operazione va svolta con particolare cura: normalmente mettendo semplicemente il coperchio sulla pentola, l’acqua che si forma grazie al vapore sulla superficie interna del coperchio crea delle goccioline che ricadono all’interno della pentola. Questa cosa va assolutamente evitata perché le goccioline cadrebbero all’interno delle tazzine bucando e rovinando il composto. Bisogna quindi avvolgere completamente il coperchio con un canovaccio per assorbire il vapore ed evitare che l’acqua ricada nelle tazze.
10) A fuoco medio cuocere per circa 5 minuti. Si cuocerà principalmente la parte in superficie del composto, che diventerà più chiara. Abbassare quindi il fuoco e lasciare ancora cuocere per 12/15 minuti.
11) La cottura ultimata si può testare inserendo uno stecchino nelle tazzine. Se estraendolo non verrà insieme del liquido o non ne uscirà in superficie, allora potrete togliere le tazzine dalla pentola. E’ necessario fare molta attenzione perché, anche se ovvio, ricordiamo che le tazzine saranno caldissime!

Il Chawan Mushi è pronto! Se le tazzine fossero di quelle con il rispettivo coperchio, coprire e portare direttamente in tavola ancora caldo. Per mangiarlo si utilizza un normale cucchiaino o meglio ancora un cucchiaio di ceramica in stile cinese come quello nella foto.

image

6 commenti:

  1. interessantissima!! *____*

    RispondiElimina
  2. Oishisoo! In Giappone non mi è mai capitato di assaggiarlo, forse perché io ci sono stata nei mesi estivi... e non avevo certo bisogno di riscaldarmi §^_^§

    RispondiElimina
  3. e' buona!! si trova anche al supermercato vicino al tofu, e viene venduta fredda. naturalmente nelle istruzioni si suggerisce di riscaldarla a vapore ma in estate mi e' capitato di mangiarla anche fredda (in estate divento improvvisamente allergica ai fornelli u_u)

    RispondiElimina
  4. Io lo adoro, soprattutto nella versione con un pezzo di fungo shitake! Però non ho il materiale adatto a cuocerlo. Una mia amica mi ha consigliao la cottura a bagnomaria.

    RispondiElimina
  5. Ciao, ho pensato ti facesse piacere sapere che ho parlato del tuo blog in un post dedicato a blog e siti di cucina giapponese. Trovi il post qui: http://le-ricette-della-nonna.blogspot.it/2014/08/blog-e-siti-di-cucina-giapponese.html

    Ciao, Monia.

    RispondiElimina